Usa, Fed: Tassi interesse invariati tra 0 e 0,25%, Pil rivisto a ribasso

Washington (Usa), 20 mar. (LaPresse/AP) - La Federal reserve ha deciso di mantenere i tassi di interesse invariati in una forbice tra lo zero e lo 0,25%. La Banca centrale statunitense ha spiegato che non alzerà il costo del denaro fino a quando il tasso di disoccupazione si manterrà sopra al 6,5%. Secondo le previsioni comunicate oggi, la disoccupazione Usa è scesa a febbraio al minimo in quattro anni, al 7,7%. La Fed prevede inoltre che il tasso non arriverà al 6,5% sino al 2015.

Intanto, la banca continuerà a tempo indeterminato ad acquistare 85 miliardi di dollari al mese di titoli per mantenere bassi i tassi di interesse a lungo termine. Sul Pil Usa, la Federal reserve ha previsto che crescerà tra il 2,3% e il 2,8% nel 2013, correggendo al ribasso la previsione di dicembre, che considerò una forbice tra 2,3% e 3%. Per il 2014, la previsione attuale è tra 2,9% e 3,4%, mentre a dicembre era stata tra 3% e 3,5%.

Durante la conferenza stampa, il presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, ha dichiarato: "Stiamo assistendo a un miglioramento" nell'economia Usa, "una cosa di cui avremmo bisogno è che non si tratti di un miglioramento temporaneo". Ha precisato che nonostante i miglioramenti dei mesi recenti la Fed continuerà le sue politiche di stimolo aggressive, fino a quando sarà convinta che i miglioramenti saranno stabili. Ha inoltre precisato che la banca centrale è aperta ad aggiustamenti di mese in mese sulle politiche monetarie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata