Usa, è povero un americano su sei: 2010 anno peggiore dal 1983

Washington (Usa), 13 set. (LaPresse/AP) - Il tasso di povertà negli Stati Uniti è salito al 15,1%, il dato peggiore dal 1983. Secondo il dato diffuso dal Census Bureau, che si riferisce al 2010, i poveri erano circa 46,2 milioni, un cittadino americano su sei. Nel 2009 le persone costrette a vivere in una condizione di povertà erano state 43,6 milioni, il 14,3% della popolazione. In crescita anche il numero di chi è non ha un'assicurazione sanitaria. L'anno scorso gli scoperti erano 49,9 milioni. Il calo degli assicurati è dovuto per lo più alla perdita di posti di lavoro, che è costata per molti anche la fine della copertura sanitaria garantita dai datori di lavoro. Le recenti modifiche alla sanità non avranno effetto fino al 2014.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata