Usa, disoccupazione giù al 5,6% a dicembre, creati 252mila posti

Washington (Usa), 9 gen. (LaPresse/Reuters) - La disoccupazione negli Stati Uniti scesa al 5,6% a dicembre dal 5,8% di novembre, con la creazione da parte dell'economia di 252 mila nuovi posti escludendo il settore agricolo. Lo riferisce il dipartimento del Lavoro. Si tratta del tasso minimo dal giugno del 2008. Le attese degli analisti erano per la creazione di 240 mila nuovi posti a dicembre.

I mercati si aspettavano inoltre un tasso al 5,7%. A novembre l'economia a stelle e strisce aveva generato 353 mila posti, dato rivisto da 321 mila. Corretta anche la rilevazione di ottobre, che aggiunge in totale 50 mila nuovi impieghi al risultato dei due mesi. Con il dato di dicembre, invece, si porta a undici il numero di mesi consecutivi che hanno visto una crescita di almeno 200 mila posti. Si tratta della striscia consecutiva più lunga dal 1994. Inoltre, l'aumento complessivo dei nuovi impieghi è stato, nel 2014, il maggiore dal 1999. Un andamento che ha tagliato nel corso dell'anno il tasso di disoccupazione di 1,1 punti percentuali. A dicembre, tuttavia, il tasso di partecipazione della forza lavoro al mercato è calato di 0,2 punti rispetto a novembre, portandosi al 62,7%. A livello di macrosettori, i nuovi posti nel solo settore privato sono stati 248 mila, con le costruzioni che fanno segnare il miglior risultato da gennaio (+48mila). La manifattura ha registrato un +17 mila posti. Il governo Usa ha invece a libro paga 12 mila lavoratori in più.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata