Usa, Bernanke: Sorpreso da cautela consumi americani in ultimi 2 anni

Washington (Usa), 8 set. (LaPresse/AP) - Il presidente della Fed Ben Bernanke si è detto sorpreso dalla cautela mostrata dai consumatori statunitensi nei due anni successivi alla fine ufficiale della recessione. Non ha fatto tuttavia nessun riferimento alle misure che saranno adottate dalla sua banca per dare una spinta alla debole economia americana. Secondo Bernanke esiste un certo numero di fattori che impedisce ai consumatori di spendere di più, tra cui la forte disoccupazione, la temporanea impennata nei costi dell'energia, i prezzi in ribasso delle case e il grande debito nazionale.

"Anche prendendo in considerazione la pressione finanziaria a cui devono far fronte, le famiglie sembrano eccezionalmente caute", ha notato Bernanke durante un discorso all'Economic Club of Minnesota a Minneapolis. I prezzi alti di benzina, automobili e altri beni di consumo, ha spiegato il presidente della Fed, dipendono in parte da fattori temporanei causati per esempio dal terremoto e dalla crisi nucleare in Giappone. Bernanke ha detto di aspettarsi una riduzione dell'inflazione nei prossimi mesi, dato che questi fattori temporanei continuano ad allentarsi. Il presidente ha inoltre ribadito che la Fed considererà una serie di opzioni durante il prossimo incontro tra il 20 e il 21 settembre e ha espresso il suo sostegno per la volontà del Congresso di ridurre il deficit pubblico a lungo termine. Ciononostante, ha notato Bernanke, il Congresso "dovrebbe tenere conto della fragilità della ripresa economica" e non tagliare le spese in una maniera eccessiva.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata