Unicredit, nel I trimestre utile a 512 milioni, in linea con attese

Milano, 12 mag. (LaPresse) - Unicredit ha chiuso il primo trimestre del 2015 con un utile netto di 512 milioni di euro, in calo del 28,1% rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno, ma in crescita del 201% a fronte dell'ultimo quarto del 2014. Il dato è in linea con le attese degli analisti. Unicredit ha realizzato maggiori ricavi a 5,7 miliardi (+2,6% su trimestre), riconducibili principalmente allla Banca Commerciale Italiana per 2,2 miliardi (+6,8% su trimestre), al Cib per 1,1 miliardi (+2,0% su trimestre) e alla Cee per 976 milioni (+5,8% su trimestre).

"Dopo gli importanti risultati conseguiti nel 2014, considero decisamente positivo il primo trimestre del 2015. In un contesto che mostra alcuni segnali di ripresa, il gruppo Unicredit ha conseguito un utile netto in linea con le aspettative", è il commento ai conti dell'a.d. Unicredit, Federico Ghizzoni. "La qualità del credito - prosegue Ghizzoni - migliora e si conferma la nostra solidità patrimoniale". Il gruppo mostra un Cet1 ratio transitional al 10,50% includendo l'operazione su Pioneer, ben oltre il requisito minimo fissato dalla Bce al 9,5%. Unicredit ha inoltre effettuato nel primo trimestre 980 milioni di euro di rettifiche su crediti, pari al 42,2% in meno rispetto ai tre mesi predenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata