Ungheria, Orban: Non chiederemo aiuto Fmi nonostante rischio downgrade

Budapest (Ungheria), 14 nov. (LaPresse/AP) - L'Ungheria non chiederà una linea di credito al Fondo monetario internazionale nonostante le preoccupazioni che il rating del Paese possa essere declassato a livello spazzatura. Lo ha annunciato oggi Peter Szijjarto, il portavoce del primo ministro ungherese Viktor Orban. L'Ungheria può "stare in piedi sulle sue gambe" e non vuole affidarsi al Fondo monetario perché questo porterebbe a misure di austerità impopolari, ha detto il portavoce.

Venerdì due agenzie di rating, Fitch e Standard and Poor's, avevano diffuso relazioni sfavorevoli sull'economia ungherese, avvertendo di un possibile downgrade per via della crescita debole dovuta sia all'esposizione al debito dell'eurozona, che alle politiche economiche incerte del governo. Nel 2008 l'Ungheria ha ricevuto un salvataggio internazionale da 25,1 miliardi di dollari, ma l'anno scorso Orban ha deciso di non rinnovare l'accordo per il prestito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata