Un fiore per la mamma: è il regalo preferito per la sua festa
Un fiore per la mamma: è il regalo preferito per la sua festa

Un figlio su tre sceglie un mazzolino o una pianta: ecco qualche consiglio per far durare il dono più a lungo

Un grande classico che non tramonta mai. Più di un italiano su tre, il 34 per cento, non rinuncia a regalare un mazzo di fiori o una pianta in occasione della Festa della mamma, un pensiero che riguarda tutte le età e batte nettamente tutti gli altri tipi di regalo: i cioccolatini e gli altri dolci (13%), così come i gioielli o la bigiotteria (13%), i vestiti e gli altri capi di abbigliamento (12%). Rilevante, poi, è la percentuale di quanti hanno scelto di non fare regali: il 28 per cento, secondo un sondaggio online di Coldiretti.

Per fare durare più a lungo i fiori, in primo luogo bisogna attenzione che non abbiano ammaccature e foglie di colore scuro e che lo stelo sia abbastanza robusto. Una volta in casa è opportuno accorciare il gambo tagliando i 3-4 cm finali, e non con le forbici, che schiaccerebbero i canali di transito dell’acqua all’interno del fiore, ma con un coltello affilato e con un taglio netto e obliquo. I fiori vanno quindi immersi in acqua fresca e pulita, magari sciogliendovi dentro un’aspirina o 3-4 gocce di candeggina per litro per impedire la formazione di batteri che causano l'appassimento.

L’acqua va cambiata una volta al giorno per mantenerla sempre pulita e occorre evitare l’esposizione a luce diretta, le correnti d’aria sia calda sia fredda e le fonti di calore. Infine, sarebbe bene tenere lontani i fiori dalla frutta, che ne accelera la maturazione e ne accorcia la vita, e se si scelgono i narcisi vanno tenuti in vaso da soli, poiché producono una mucillagine che non permette agli altri fiori l’assorbimento dell’acqua, e per nutrirli va aggiunta una zolletta di zucchero.

Il settore florovivaistico Made in Italy, con un valore della produzione attorno ai 2,5 miliardi di euro, è tra quelli di punta, con 887 milioni di euro di esportazioni e una crescita del 6% nel 2018 rispetto all’anno prima. Le imprese italiane sono 27.000, coltivano oltre 2.000 specie e danno lavoro a oltre 100mila persone.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata