Ue, Padoan: Non ci sono bacchette magiche, ma l'Italia è stata tenace

Milano, 5 dic. (LaPresse) - "In Europa come in Italia non esistono bacchette magiche e i risultati non si manifestano da un giorno all'altro, ma il lavoro che il governo e l'amministrazione stanno conducendo con tenacia sta già contribuendo a cambiare l'orientamento del Paese e delle istituzioni comunitarie". Così Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia, in una lettera inviata a 'il Corriere della Sera', per rispondere alle critiche mosse all'operato del Governo durante la presidenza italiana dell'Unione europea mosse ieri da Luigi Offeddu nell'editoriale dal titolo 'L'ultima occasione per riscattare il semestre europeo'. "Mi limito a ricordare che sei mesi fa crescita e investimenti erano temi estranei alla prospettiva di Bruxelles - aggiunge Padoan - grazie all'iniziativa italiana, oggi l'Unione Europea è al lavoro su tre fronti: le carenze sia sul lato della domanda che sul lato dell'offerta, la necessità di spingere l'acceleratore sugli investimenti, la relazione tra l'attuazione delle riforme strutturali e la flessibilità nel consolidamento di bilancio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata