Ue, Padoan: Grazie a noi Europa ora punta a crescere

Roma, 30 nov. (LaPresse) - L'Europa "non ci ha dato una mano, responsabilmente Bruxelles ha compreso che non si poteva continuare a strisciare sul fondo della crescita. Che non basta verificare, come fossimo computer, i saldi contabili per stabilire la giustezza o meno di una politica di bilancio. Si deve analizzare anche la qualità del bilancio, e cioè la composizione di entrate e spese, dove si mettono le risorse e quale sia il programma di riforme strutturali. E questo è merito anche della presidenza di turno italiana". Lo afferma in un'intervista al 'Corriere della sera' il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata