Ue, Juncker: Aggravamento procedure per Italia e Francia senza riforme

Milano, 10 dic. (LaPresse) - "Nel caso francese, abbiamo criticato aspramente la politica di bilancio ritenendola insufficiente" mentre "il governo italiano ha indicato che intende fare". Ma "senza le misure annunciate ci sarà un aggravamento della procedura per i deficit eccessivi". Così Jean Claude Juncker, presidente della commissione europea, intervistato dal prestigioso quotidiano tedesco 'Frankfurter Allgemeine Zeitung', in merito alle possibili conseguenze per Italia e Francia se non modificheranno le loro legge di bilancio per il 2015.

"Se alle parole non seguirà alcuna azione - aggiunge Juncker - non sarà piacevole". "I governi ci hanno promesso che cosa vogliono fare - aggiunge Juncker - e questo è meglio che se diamo una guida, e poi non succede nulla. Dobbiamo fidarci di italiani e francesi, e poi vedremo, probabilmente nel mese di marzo, come va".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata