Ue: In arrivo a Roma missione controllo

Bruxelles (Belgio), 7 nov. (LaPresse) - "Ci aspettiamo che l'Italia metta in pratica tutte le misure annunciate nella lettera di Silvio Berlusconi destinata al presidente della Commissione europea e al presidente del Consiglio europeo. Questa implementazione sarà monitorata dalla Commissione e dal Fondo monetario internazionale". Con queste parole, al termine della riunione a Bruxelles, il presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker ha messo in luce quello che i ministri europei si attendono da Roma. La missione tecnica di controllo, che dovrà occuparsi di vigilare sui passi del governo italiano, arriverà a Roma molto presto, domani o mercoledì al massimo, come annunciato sempre questa sera dal commissario Ue agli Affari economici e monetari Olli Rehn. Gli esperti della Commissione dell'Unione europea, ha detto il commissario, "inizieranno una missione tecnica entro domani o mercoledì a Roma con il compito di intensificare la vigilanza, in linea con le decisioni prese durante il summit europeo a ottobre".

All'Italia, confermano da Bruxelles, "non è stata chiesta un'unità politica nazionale", ma una risposta rapida, "entro la fine della settimana, alle domande del questionario inviato riguardo all'implementazione del programma". "Durante l'incontro di questa sera - ha detto poi Juncker - abbiamo accolto con favore le nuove misure annunciate dalle autorità italiane e la disponibilità ad adottarne altre", così come "la decisione della Commissione europea di intensificare il suo monitoraggio sull'economia italiana". Poche le parole su Berlusconi, qualcuna in più sul ministro dell'Economia. "Giulio Tremonti - ha detto Rehn - ci ha dato garanzia della determinazione dell'Italia a procedere velocemente all'applicazione e all'adozione delle misure contenute nella lettera di impegni presentata dal primo ministro all'Europa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata