Ue: Grecia deve stare nell'euro, abbiamo strumenti contro speculatori

Bruxelles (Belgio), 23 lug. (LaPresse) - La Grecia "deve restare un membro dell'eurozona". Lo ha detto un portavoce della Commissione Ue rispondendo alle domande dei giornalisti a Bruxelles. La Commissione, ha chiarito il funzionario, "è fiduciosa" che la prossima decisione sugli aiuti ad Atene sarà presa "nel prossimo futuro", ma non prima di settembre. Sulla possibilità che l'Fmi non conceda la sua parte della nuova tranche di aiuti alla Grecia il portavoce ha precisato che la Commissione "non commenta alcuna speculazione sul comportamento degli altri membri della troika".

"Abbiamo messo in campo seri strumenti operativi, inclusi meccanismi di sostegno finanziario", come L'Efsf, con "procedure di funzionamento chiare", ha detto ancora il portavoce Ue a proposito di un possibile attacco speculativo ad agosto sull'eurozona. Il funzionario ha chiarito che "non facciamo speculazioni sulle possibili situazioni a venire" o sul "bisogno di liquidità" dei Paesi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata