Ue, Fitch: Italia ha schivato procedura, ma tensioni riemergeranno

Milano, 9 lug. (LaPresse) - L'Italia ha evitato la procedura di infrazione europea "ma la natura di qualsiasi aggiustamento fiscale nel 2020 rimane poco chiara e le tensioni con la Commissione europea rischiano di riemergere". Così l'agenzia di rating Fitch in una nota. Secondo l'analisi "nonostante la retorica ostile di alcuni politici italiani" nei confronti delle regole europee, "il governo è diffidente nel disimpegnarsi completamente dai processi dell'Ue, che potrebbero rischiare l'instabilità dei mercati finanziari" anche perché dopo lo stop alla procedura di infrazione "l'opinione del mercato obbligazionario è migliorata" su Roma e lo spread si è abbassato. "Tuttavia, permangono significative incertezze su scala, tempi e natura degli aggiustamenti fiscali oltre quest'anno", evidenzia Fitch, che aggiunge che "l'ambiente politico in Italia non favorisce aumenti delle tasse, tagli alla spesa o riforme strutturali" con i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio che "stanno rispettivamente focalizzando l'agenda politica su tagli fiscali e maggiori spese sociali". Per l'agenzia "è probabile quindi che il processo di bilancio per il 2020 possa provocare il riemergere di tensioni con la nuova Commissione europea".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata