Ue, Europarlamento boccia accordo su bilancio 2014-2020

Bruxelles (Belgio), 13 mar. (LaPresse/Finanza.com) - E' arrivata la bocciatura dal Parlamento europeo alla bozza di bilancio 2014-2020 messa a punto a inizio febbraio dai leader dei 27 Paesi concordando un quadro finanziario da 960 milioni di euro. Oggi i deputati europei in riunione plenaria hanno approvato a larga maggioranza l'emendamento che chiedeva di rinegoziare il budget pluriennale della Ue. Martin Schulz, presidente del parlamento europeo ha definito in conferenza stampa questo giorno come molto importante per la democrazie del Vecchio Continente, speranzoso che nelle prossime settimane e mesi si possa trovare un accordo. "Questa importante risoluzione - ha spiegato Schulz - spiana la strada ai negoziati sul bilancio Ue a lungo termine. Il Parlamento europeo non può accettare la proposta degli Stati membri senza l'adempimento di alcune condizioni essenziali". Secondo il presidente dei legislatori europei, riuniti stamane in plenaria a Strasburgo, "ci deve essere massima flessibilità complessiva e un ambizioso accordo sulle risorse proprie". Schulz ha spiegato che "il parlamento non avvierà le trattative fino a che tutte le richieste di pagamento non corrisposte per il 2012 non saranno coperte". Nella votazione sul bilancio i voti contrari e a favore di nuovi negoziati sono stati 506 su 690. I legislatori vogliono inserire una clausula di revisione che permetta ai nuovi eletti dopo il voto europeo del prossimo anno di riaprire e riadattare i capitoli di spesa del bilancio. I governi dell'Unione europea temono invece che la clausula di revisione chiesta dall'Europarlamento possa far aumentare le spese senza gli adeguati controlli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata