Ue, Dijsselbloem si candida a guida Eurogruppo, Juncker è con lui

Bruxelles (Belgio), 18 gen. (LaPresse/AP) - Il ministro delle Finanze olandese, Jeroen Dijsselbloem, è un "buon candidato" per la presidenza dell'Eurogruppo. Lo ha detto il presidente uscente dell'organismo europeo che raccoglie i 17 ministri delle Finanze dell'eurozona, Jean-Claude Juncker, che è anche premier lussemburghese. E' ormai sempre più probabile la nomina di Dijsselbloem alla riunione dell'Eurogruppo di lunedì. Juncker ha dichiarato che il 46enne ministro olandese "ha presentato la sua candidatura, che è buona". Facendosi avanti Dijsselbloem si è definito "un nuovo arrivato nel mondo finanziario", ma ha aggiunto che "spero che potrò presentare lunedì ai colleghi le mie priorità". La candidatura del ministro laburista era stata criticata dall'omologo delle Finanze francese, Pierre Moscovici, proprio perché, a suo dire, non è chiara la "visione" dell'Europa di Dijsselbloem, che mancherebbe di esperienza. Il primo ministro olandese, Mark Rutte, ha sostenuto pubblicamente la candidatura del ministro del suo governo, definendolo "rigoroso" nella lotta al deficit che "proprio non gli piace". I Paesi Bassi si sono più volte schierati con la Germania nei dibattiti sulle soluzioni alla crisi del debito. Rutte ha spiegato che l'Olanda "non sostiene flussi di denaro permanente dal nord al sud dell'Europa, ma vuole aiutare temporanemante i Paesi meridionali per tutto il tempo che sarà necessario a terminare le riforme".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata