Ue: crescita economica verso stallo a fine 2011

Bruxelles (Belgio), 15 set. (LaPresse) - "La crescita economica nell'Unione europea sta rallentando. Dopo un forte incremento nel primo trimestre del 2011, il Pil è aumentato di meno nel secondo trimestre e adesso ci si aspetta che la crescita rimanga bassa nella seconda metà dell'anno e si avvicini a uno stallo alla fine dell'anno". E' quanto afferma la Commissione europea nel rapporto sulle previsioni di crescita pubblicato oggi.

Secondo l'Ue, "tenendo conto della performance migliore del previsto nel primo trimestre, la crescita annuale dovrebbe essere dell'1,6% nell'area euro e dell'1,7% nell'Unione a 27. Tuttavia le previsioni per la seconda metà dell'anno sono state riviste al ribasso di mezzo punto percentuale, sia per l'area euro sia per l'Ue a 27" rispetto alle stime dello scorso maggio. La Commissione aggiunge che nel quarto trimestre 2011 i 17 Paesi dell'eurozona cresceranno solo dello 0,1%, mentre al termine del terzo trimestre l'incremento del Pil è previsto nell'ordine dello 0,2%. Per l'Ue inoltre, l'outlook economico "rimane incerto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata