Ue: Caso derivati? Non cambia nostra valutazione su deficit Italia

Bruxelles (Belgio), 26 giu. (LaPresse) - "In accordo con i dati disponibili" sul deficit dell'Italia "per ora non cambiamo la nostra valutazione". Lo ha dichiarato il portavoce del commissario Ue agli Affari economici Olli Rehn, Simon O'Connor, rispondendo ai giornalisti a Bruxelles sulle potenziali perdite su derivati sottoscritti dal Tesoro italiano. "Commissione Ue ed Eurostat - ha aggiunto il portavoce - verificano le cifre sui conti pubblici due volte all'anno e nel 2013 è già stato fatto in aprile, ora aspettiamo la prossima verifica che sarà pubblicata in ottobre". Bruxelles, ha spiegato ancora O'Connor, ha bisogno di "più informazioni" per poter "approfondire la questione" e valutare l'impatto dei derivati sottoscritti dall'Italia, prima di "poter commentare le notizie" diffuse dalla stampa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata