Ue, Berlino apre ad esclusione costi riforme da calcolo deficit

Parigi (Francia), 16 giu. (LaPresse) - "I costi delle misure di riforma non dovrebbero essere inclusi nei criteri per il calcolo del deficit". A dirlo, secondo quanto riporta il sito di 'LeFigaro', è il vice cancelliere e ministro dell'Economia tedesco, Sigmar Gabriel, intervenuto nel corso di una visita a Tolosa con il suo omologo francese, Arnaud Montebourg. "Dobbiamo dare tempo a chi è determinato a realizzare queste riforme", ha aggiunto Gabriel. Montebourg ha elogiato la sua controparte tedesca. "Adesso - ha affermato - l'Europa deve muoversi rapidamente per sviluppare ed organizzare l'uscita dalla crisi". Il ministro francese ha sottolineato come l'Ue sia "rimasta in ritardo sulla crescita rispetto al resto del mondo". "Quindi - ha dichiarato ancora - c'è un problema di scelte e di leadership politica al timone dell'Ue". Montebourg ha proseguito ringraziando Gabriel per "le sue osservazioni che indicano un percorso di crescita ed evitano il caos". "E' tempo di agire di conseguenza", ha concluso il ministro francese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata