Ue accelera su Tobin Tax. Barroso: Grecia rimarrà in eurozona

Strasburgo (Francia) 28 set. (LaPresse/AP) - La Commissione europea ha adottato oggi la proposta per introdurre la Tobin Tax sulle transazioni finanziarie. A darne la conferma nel suo discorso sullo stato dell'Unione è stato il presidente della Commissione Ue, Josè Manuel Barroso. Di fronte al Parlamento a Strasburgo europeo Barroso ha spiegato che dalla nuova tassa si attende un gettito pari a 55 miliardi l'anno. Barroso ha inoltre garantito che la Grecia resterà nella moneta unica anche se l'Unione "sta affrontando la maggiore crisi della sua storia".

Oggi in Finlandia e domani in Germania i parlamentari si esprimono sull'implementazione del fondo di salvataggio europeo (Efsf). La decisione riguarda l'ampliamento della capacità di prestito del Fondo fino a 440 miliardi e la possibilità per l'Efsf di acquistare bond sovrani. Le modifiche, decise dai leader europei durante il vertice del 21 luglio scorso, devono essere recepite con un voto in tutti i 17 Paesi dell'eurozona, altrimenti non entreranno in vigore mettendo l'eurozona in una scomoda situazione di stallo. Il ritardo sul rafforzamento dei poteri dell'Efsf, per cui hanno fatto pressioni anche gli Stati Uniti, è stata nelle ultime settimane una delle cause principali dell'instabilità sui mercati.

Proprio i 'consigli' all'eurozona del segretario al Tesoro Usa, Tim Geithner, che avrebbe spinto per una massiccia iniezione di liquidità tramite un ulteriore all'argamento del fondo salva-Stati, hanno spinto Barroso a biasimare i "paternalismi" che vorrebbero indicare all'Europa la strada da seguire. "Dobbiamo essere fieri - ha detto il presidente della Commissione - di essere europei". Tuttavia, Barroso ha fatto cenno a una collaborazione con il resto del mondo, ma soprattutto dell'eurozona con i 27 Paesi dell'Unione. "L'Unione europea - ha dichiarato - può fare appello alla leadership e alla volontà politica di trovare una soluzione globale ai suoi problemi, che coinvolga l'area della moneta comune e quella europea senza confini".

Il leader portoghese ha parlato inoltre della necessità per l'Europa di superare il metodo "intergovernativo" nelle decisioni. "Una maggiore unificazione - ha spiegato Barroso - è fondamentale per la sopravvivenza dell'Unione europea. Senza maggiore unificazione ci sarà più frammentazione - ha aggiunto - penso che sarà un battesimo del fuoco per un'intera generazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata