Ucraina, Gazprom concede a Kiev ulteriore settimana per accordo su gas

Bruxelles (Belgio), 2 giu. (LaPresse/AP) - Gazprom concede un'ulteriore settimana di tempo all'Ucraina per pagare gli arretrati sulle forniture di gas, prima di chiudere i rifornimento a Kiev. Lo ha riferito l'amministratore delegato della compagnia statale russa, Alexei Miller, nel giorno del tavolo a Bruxelles tra Russia e Ucraina sulla questione dei debiti di Kiev con Mosca, presieduto dal commissario Ue all'Energia, Guenther Oettinger. In un primo momento Gazprom aveva fatto sapere che avrebbe cominciato a chiudere i rubinetti del gas diretto in Ucraina a partire da domani. La nuova scadenza, fissata a lunedì prossimo, dovrebbe servire al governo di Kiev per trovare fondi ulteriori da corrispondere alla compagnia russa, cui sono già stati pagati la scorsa settimana 786 milioni di dollari. Miller ha precisato che Mosca potrebbe non richiedere subito l'intero pagamento del debito ucraino se saranno versati i soldi per il gas distribuito ad aprile e maggio. Se invece l'Ucraina non pagherà in sette giorni i due mesi, Gazprom potrebbe decidere di bloccare le forniture, creando contraccolpi sul fabbisogno energetico anche in Europa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata