Ubs, perdita 2 miliardi dollari per operazione non autorizzata, un arresto

Ginevra (Svizzera), 15 set. (LaPresse/AP) - La banca svizzera Ubs denuncia di aver scoperto che un'operazione di trading non autorizzata effettuata da un membro del suo staff ha causato una perdita stimata a 2 miliardi di dollari. In relazione al caso la polizia di Londra ha arrestato il 31enne Kweku Adoboli.

"E' possibile - scrive la banca in un comunicato - che questo causi per Ubs una perdita nel terzo trimestre del 2011". I fondi dei clienti, assicura però l'istituto di credito, non saranno toccati. L'annuncio ha causato una caduta del 6,3% dei titoli di Ubs, a 10,24 franchi svizzeri, nelle contrattazioni del mattino alla Borsa di Zurigo.

"Anche se la notizia è spiacevole, le fondamentali capacità dell'azienda non saranno colpite da questo incidente. Vi chiediamo di concentrarvi sui vostri clienti, in questi tempi incerti loro contano sul vostro sostegno", ha scritto la banca in una lettera ai dipendenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata