Turismo, Confcommercio: Scende voglia di viaggiare degli italiani

Milano, 5 set. (LaPresse) - Per la prima volta si registra una diminuzione della propensione degli italiani al viaggio (l'indice passa da 59 a 58 su 100) a causa dei tragici eventi di guerra e per la recessione economica che sta attraversando il nostro Paese. Questi, in sintesi, i principali risultati che emergono dall'indagine sull'indice di fiducia del viaggiatore italiano elaborato da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l'Istituto Piepoli su base interviste effettuate ad agosto. Il maltempo estivo ha portato il 15% degli italiani - pari a 4.200.000 unità - a modificare i propri piani delle vacanze. Cancellazioni, rinvii, rientri anticipati e cambi di destinazione i comportamenti segnalati.

Il 44 % degli italiani pensa che i tragici eventi di guerra e terrorismo degli ultimi mesi possano portare ad una diminuzione alla propensione a viaggiare. Tra le destinazioni preferite per settembre e ottobre vi sono la Toscana, il Lazio e la Sicilia. A livello europeo gli italiani invece preferiscono la Germania. Si dimezza nei prossimi mesi la durata media del viaggio che passa dalle 8 notti agosto alle 4 di settembre/ottobre. L'arrivo dell'autunno aumenta l'attrattività delle città e località d'arte. Ben il 38% sceglieranno queste destinazioni nei prossimi tre mesi, in forte crescita rispetto al 22 % del mese di luglio. Il 58 % degli intervistati guarda le previsioni del tempo prima di partire.

Per settembre e ottobre, sale la Toscana tra le destinazioni preferite, mentre la Germania diventa leader per le destinazioni europee. Indubbiamente l'autunno porta dei comportamenti turistici differenti rispetto al periodo estivo. Visite a monumenti e musei e shopping prendono il sopravvento, e la scelta delle mete di vacanza ne risente di conseguenza. A livello di destinazioni preferite extra-europee si continuano a comportare bene le mete del Nord Africa. Nonostante le recenti tensioni anche la Turchia che rimane una delle destinazioni preferite degli italiani che si recano all'estero. Anche Australia e Cina rientrano nella top five delle destinazioni a lungo raggio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata