Tremonti: Non c'è problema di crescita

Roma, 26 ott. (LaPresse) - La crescita "del Pil italiano è stata rivista all'1,5% nel 2010 che è uguale a quella della Francia, superiore a quella dell'Inghilterra. Non esiste un grandissimo problema di crescita. Non voglio essere ottimista, tuttavia quell'1,5% è fatto da una media che non è mediana perché il Nord e il Centro hanno livelli di ricchezza e produttività più alti". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, intervenendo alla 87esima edizione della giornata mondiale del risparmio. "Il vero problema - ha spiegato il ministro - è come entriamo nel 2012, con quali numeri finiamo quest'anno e con quali iniziamo il prossimo".

Per Tremonti "sulle regole sulla finanza globale non sono stati fatti passi avanti efficaci e su questo il documento proposto dall'altra parte del Tevere (quello del Vaticano, ndr) è la via giusta". Secondo il titolare dell'Economia "nella crisi che stiamo attraversando, un tragico errore è stato non fare le regole. Quanto è stato fatto non è efficace".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata