Torino, cibo e volti in mostra a 'Terra Madre secondo Oliviero Toscani'

Torino, 21 ott. (LaPresse) - Il fotografo Oliviero Toscani punta il suo obiettivo sui prodotti dei Presìdi Slow Food e sui cibi salvati dal progetto dell'Arca del Gusto, tema al centro del prossimo Salone del Gusto e Terra Madre (23-27 ottobre 2014). Provenienti dai quattro angoli del pianeta, questi 58 scatti completano i volti raccontati da Toscani nei suoi viaggi, dando vita alla mostra fotografica en plein air 'Terra Madre secondo Oliviero Toscani', allestita a Torino in piazza Carignano dall'8 al 31 ottobre.

Al Salone del Gusto e Terra Madre, Toscani rappresenterà inoltre l'anima dello spazio dedicato all'Arca del Gusto, nel cuore del Mercato internazionale dell'Oval, immortalando i delegati di Terra Madre che ogni giorno si battono per la salvaguardia della biodiversità e del nostro pianeta.

"Non vedo l'ora di essere a Terra Madre", commenta Toscani. "Sono eccitato e sicuro che sarà una grande esperienza. Slow Food - aggiunge - ha fatto un lavoro incredibile, impegnandosi per una nuova cultura del cibo, che rispetti le materie prime e l'ambiente che ci circonda. Bisogna cominciare da qui, o meglio, ricominciare. Perché una volta, ai tempi dei nonni, era o no tutto slow food?".

Il fotografo spiega poi il significato della mostra, ponendo l'accento sul legame cibo-persone: "I volti sono paesaggi umani e ognuno di essi ha una particolare bellezza. Insieme possono rappresentare un grande atlante antropologico, una grande fabbrica sociale, un lucido ritratto del tempo. Lo stesso vale per il cibo, che è espressione di libertà, diversità e umanità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata