Torino, a DNA.italia il 18-19 aprile appuntamento con filiera cultura

Torino, 14 apr. (LaPresse) - Al via a Torino il 18 e 19 aprile prossimi, DNA.italia, la rassegna dedicata al B2B della cultura giunta alla sua terza edizione. È organizzata da 'Eventi 5' in joint venture con 'GL events Italia-Lingotto Fiere', con il contributo della Camera di commercio di Torino e la supervisione scientifica di Monti&Taft. "DNA.italia - spiegano gli organizzatori - è l'occasione per incontrare la filiera della cultura: un evento trasversale che racconta tutte le aree in cui essa si declina, toccando sia i temi tecnico-scientifici sia quelli strategici. Inoltre offre agli operatori un vero e proprio terreno di confronto sugli aspetti economici del comparto e sulle interazioni possibili tra i vari settori". Sono 45 le realtà, aziende ed enti, presenti alla rassegna. L'intero settore produttivo viene ricondotto in sei aree principali. "Sono - sottolineano gli organizzatori - le aree che rappresentano le spine dorsali della cultura, presentate nei convegni e nelle aree espositive: restauro e conservazione, paesaggio naturale e urbano, riqualificazione del costruito, tecnologie per la fruizione, turismo e attività culturali, creatività e design dei servizi. Queste ultime due aree, sono tra le novità di DNA.italia 2013, che intercetta e dibatte i temi caldi su cui si concentra maggiormente il bisogno di confronto degli attori culturali. Inoltre sono gli ambiti che, per le loro caratteristiche, possono fare la differenza, cioè offrire agli operatori occasioni di innovazione originale, dando spazio alle specificità dei territori. Per ogni area sono stati individuati uno o più partner, portatori, all'interno della rassegna, delle criticità e dei temi di dibattito interno, presentati nel ricco calendario di appuntamenti, tecnici e culturali".

Tra gli incontri in programma la lectio magistralis di James Hitchmough, docente del dipartimento di architettura del paesaggio dell'università inglese di Sheffield. Il suo intervento ruoterà attorno al recente caso del Parco Olimpico di Londra e alla sua trasformazione post olimpica in parco pubblico altamente innovativo. L'incontro è realizzato in collaborazione con AIAPP Piemonte e Valle d'Aosta (giovedì 18 aprile, ore 9).Nel programma sono presenti anche due camp incentrati sul turismo, 'I nuovi modi di viaggiare, e sulla creatività, 'Industrie culturali e creative - un potenziale da sfruttare'. "Nella formula del laboratorio creativo- spiegano gli organizzatori - le due 'comunità' di operatori si incontreranno per condividere idee su casi e buone pratiche. I risultati dei lavori confluiranno nel Ministero delle idee, dove gli ambiti si confronteranno per evidenziare le forti sinergie possibili e gettare le basi per strategie integrate per lo sviluppo economico dei territori. I camp e l'incontro finale sono promossi da Monti&Taft (camp giovedì 18 aprile, ore 11; convegno finale ore 14,30)". Un appuntamento sarà dedicato alle professioni non organizzate in ordini o collegi, tema di attualità per le recenti modifiche normative; se ne discuterà nell'incontro 'La certificazione come opportunità di valorizzazione del professionista. Ruolo delle associazioni e nuovo atteggiamento dei singoli operatori', promosso da Mab Piemonte - Musei Archivi biblioteche. Evento in programma venerdì 19 aprile, alle ore 10.

Tra gli incontri più tecnici, quello dedicato a 'Il Legno nei Beni Culturali: conservazione, restauro e manutenzione', promosso da DNA.italia in collaborazione con Nicola Restauri. Tra i casi presentati anche quello della 'Barca Sublime', la Peota reale: un gioiello nautico ricco di sculture, intagli e dorature appartenuto alla famiglia reale dei Savoia e recentemente recuperato. In programma venerdì 19 aprile, ore 11. Uno spazio di rilievo, quest'anno, è dedicato alle innovazioni ICT e alle loro applicazioni per la cultura, i beni tutelati e l'edilizia sostenibile, rappresentate nell'edizione di Tosm - Torino Software & Systems meeting - ospitata all'interno della rassegna DNA.italia e organizzata da Torino Wireless, in collaborazione con CEIP e EnviPark. Una fitta agenda di appuntamenti d'affari B2B permetterà a buyer nazionali e internazionali del settore di incontrare l'offerta tecnologica delle aziende piemontesi che sviluppano e integrano innovazioni digitali e multimediali. Conferma la sua partecipazione all'edizione 2013 anche MIMOS, con la filiera di imprese 3D Company Network. All'interno dello spazio è presentata l'innovativa applicazione 3D sulla Moschea di Roma che ha ricevuto il patrocinio dell'Ambasciata del Marocco. Un'altra novità dell'edizione 2013 è il DNA.Pitch: un appuntamento che coinvolge le start-up italiane più all'avanguardia nei settori del turismo culturale e della creatività, che costituiscono un grande valore aggiunto per il mondo imprenditoriale italiano. "Nei 5/7 minuti messi a disposizione, il tempo di una corsa in ascensore, le start-up - annunciano gli organizzatori - dovranno dare vita a una presentazione innovativa, concisa ma persuasiva, di fronte a un pubblico di investitori e realtà interessate".

A completare la proposta anche la parte espositiva: attraverso l'ingresso del padiglione 3 del Lingotto Fiere si potrà accedere all'area dove saranno presenti oltre 60 stand di aziende, istituzioni e operatori del settore. Tra i presenti anche l'Università degli Studi di Torino e l'Incubatore d'Impresa 2i3T, che hanno condiviso appieno la filosofia della trasversalità e dell'innovazione culturale di DNA.italia proponendo all'interno dello proprio spazio espositivo progetti di ricerca che provengono da differenti Dipartimenti. "Le tematiche sono ampie e diversificate e spaziano da attività del Centro di Restauro di Venaria alla tomografia per le mummie egizie- spiegano gli organizzatori - attraverso le best practice internazionali del settore Real Estate e le nuove tecnologie di biorestauro". A fianco della rassegna prosegue il Tour di DNA.italia, un sistema di appuntamenti distribuiti sul territorio nazionale dedicati ai temi delle 6 aree e che offre agli operatori e alle istituzioni un'occasione di confronto che coniuga la visione nazionale con le specificità di ogni realtà locale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata