Tim, Elliot: Serve stabilità, aperti a dialogo costruttivo

Roma, 14 gen. (LaPresse) - "Gli azionisti indipendenti, i dipendenti, le Autorità di controllo e i clienti di Tim chiedono stabilità e, in questo momento storico, un conflitto sull'elezione del Consiglio di Amministrazione della Società, non risponde ad altri interessi se non a quelli circoscritti di Vivendi. Elliott rimane aperto a un dialogo costruttivo nel convincimento che questo risponda al miglior interesse di tutti gli stakeholder di Tim, inclusa Vivendi". E' quanto si legge in una nota del fondo Usa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata