Terna, utile I trimestre sale a 142 mln (+24,6%), ricavi +8,8%

Roma, 14 mag. (LaPresse) - Terna ha chiuso il primo trimestre del 2013 con un utile netto in aumento a 142 milioni di euro, il 24,6% in più rispetto ai 114 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. E' quanto si legge nella nota con i conti al 31 marzo. I ricavi sono cresciuti dell'8,8% passando dai 432 milioni di euro del primo trimestre dello scorso esercizio ai 470 milioni di gennaio-marzo 2013. L'aumento delle entrate deriva prevalentemente dal maggiore corrispettivo per la remunerazione per il trasporto di energia nella Rete di Trasmissione Nazionale (Rtn), pari a +39 milioni di euro. L'Ebitda (margine operativo lordo) si è attestato a 381 milioni di euro con una crescita di 41 milioni di euro (+12,1%) rispetto del primo trimestre 2012, e l'Ebitda margin è passato dal 78,7% del primo trimestre 2012 all'81,1% del corrispondente periodo del 2013.

"L'inizio dell'anno è stato buono malgrado la generale crisi internazionale", commenta l'amministratore delegato di Terna, Flavio Cattaneo, ai conti al 31 marzo 2013 che vedono un utile netto in crescita di quasi il 25% su base annua. "Questi risultati - prosegue Cattaneo - ci consentono di impegnarci con maggiore robustezza sulle due grandi sfide del sistema elettrico in evoluzione: l'integrazione europea con un ruolo centrale per le interconnessioni dell'Italia e il continuo sviluppo degli investimenti infrastrutturali in aree fondamentali del Paese". "Terna e tutta la sua squadra - conclude Cattaneo - continuano ad avere come priorità la creazione di valore per i suoi azionisti, per i cittadini e le imprese italiane e per tutto il sistema economico del Paese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata