Terna, utile 9 mesi -41% per effetto Robin tax, ricavi +3,8%

Roma, 9 nov. (LaPresse) - L'utile netto delle attività continuative di Terna si è attestato a 220,2 milioni di euro nei primi nove mesi del 2011, in calo del 41% rispetto ai 373,3 milioni al 30 settembre 2010. L'utile adjusted è salito invece del 6,3% a 395,7 milioni di euro. Lo comunica la società elettrica in una nota, sottolineando che sui risultati del gruppo ha pesato la cosiddetta Robin Hood tax per 142,5 milioni. I ricavi di Terna sono cresciuti del 3,8% a 1.214,6 milioni di euro, rispetto ai 1.170 milioni dello stesso periodo del 2010. Il consiglio di amministrazione ha deliberato oggi la distribuzione di un acconto sul dividendo ordinario di 8 centesimi di euro per azione, "in linea con la politica di dividendi della società". Secondo l'amministratore delegato di Terna, Flavio Cattaneo, i risultati "evidenziano l'efficienza gestionale raggiunta dal gruppo che, unita ai contributi delle attività non tradizionali, ci consente di poter proporre un dividendo 2011 in linea con lo scorso anno, nonostante i pesanti effetti della Robin Hood tax sui nostri conti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata