Terna, utile 2012 sale a 464 mln (+5,5%), dividendo a 20 centesimi

Roma, 15 mar. (LaPresse) - L'utile netto di Terna nel 2012 sale a 464 milioni di euro, in crescita di 24 milioni di euro (+5,5%) rispetto al risultato 2011, che includeva 113 milioni di euro derivanti dalle attività operative cessate. E' quanto si legge in una nota. Il cda proporrà all'assemblea degli azionisti un dividendo ordinario complessivo per l'intero 2012 di 20 centesimi di euro per azione e la distribuzione dei rimanenti 13 centesimi di euro. Il board di Terna aveva infatti già deliberato un acconto sul dividendo ordinario relativo all'esercizio 2012 pari a 7 centesimi di euro per azione a lordo delle eventuali ritenute di legge, posto in pagamento dal 22 novembre. I ricavi consolidati 2012 ammontano a 1.806 milioni di euro, di cui 1.592 milioni di euro riferiti alla capogruppo e 197 milioni di euro riferito alla controllata Terna Rete Italia Srl, con una crescita di 170 milioni di euro (+10,4%) rispetto all'esercizio precedente. I costi operativi, pari a 416 milioni di euro, registrano un incremento di 10 milioni di euro (+2,5%). L'Ebitda si attesta a 1.390 milioni di euro, di cui 64 milioni di euro riferibili ad Attività Non Tradizionali, con un incremento di 160 milioni di euro (+13%) rispetto ai 1.230 milioni di euro del 2011. L'Ebitda margin passa dal 75,2% del 2011 al 77%. Gli investimenti complessivi del gruppo nel 2012 hanno raggiunto una quota record di 1.235 milioni di euro, in crescita dello 0,5% rispetto ai 1.229 milioni del 2011.

"Chiudiamo anche il 2012 con risultati molto buoni che testimoniano l'eccellenza professionale raggiunta dalla squadra", afferma l'amministratore delegato di Terna, Flavio Cattaneo. "Questo ottavo anno consecutivo di crescita - prosegue - ci gratifica del lavoro svolto, i cui obiettivi sono stati e restano una rete elettrica sempre più efficiente e sicura e la creazione di valore, con un approccio strategico che affianca al core business lo sviluppo di progetti in attività non tradizionali". "Il livello record degli investimenti e il dividendo 2012 - conclude Cattaneo - confermano l'attenzione di Terna verso il sistema elettrico e gli azionisti".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata