Tenaris: corre a Piazza Affari. Equita conferma il buy, tp alzato a 15,5 euro
(Finanza.com) Tenaris in forte rialzo a Piazza Affari. Il titolo sul Ftse Mib segna un progresso del 3,4 % a 14,21 euro. La società produttrice di tubi ha pubblicato i risultati relativi al primo trimestre del 2015. Il periodo si è chiuso con ricavi a 2,25 miliardi di dollari (-13% annuo e -16% trimestrale) contro un'attesa degli analisti di Equita di 2,24 miliardi (consensus 2,16 miliardi); l'Ebitda è ammontato a 527 milioni di dollari (-27% annuo e -26% trimestrale) rispetto ad una stima degli esperti di 517 milioni attesi (consensus a 498 milioni); l'utile netto adjusted è stato di 239 milioni da un'attesa del broker di 259 milioni (consensus 252 milioni) per perdite su cambi e tax rate più alto. Tenaris prevede un peggioramento dei risultati fino al terzo trimestre del 2015 prima di un graduale recupero. In particolare i margini nei prossimi due trimestri saranno impattati da inefficienze per bassa utilizzazione capacità produttiva e altri costi di ristrutturazione non ricorrenti, prima di ritornare a un livello più bilanciato nel quarto trimestre che catturerà l'impatto pieno del minor costo delle materie prime. "Abbiamo ridotto le nostre stime di Ebitda 2015-17 in media del 14% catturando l'outlook 2015 più debole delle attese e maggior cautela sui prezzi", spiega Equita nel report odierno. Gli analisti hanno alzato il prezzo obiettivo a 15,5 euro da 15,3 euro, spostando la valutazione al 2017 (P/E 2017 di 15 volte con stima Eps 2015-17 +38%). "Nonostante l'outlook 2015 sia più deludente rispetto alle nostre attese, confermiamo il buy in quanto ci aspettiamo un'accelerazione della crescita dal quarto trimestre 2015 in avanti supportata dalla riforma energetica in Messico, dal fine destocking in Middle East e SA, dallo sviluppo Vaca Muerta in Argentina, dall'aumento della market share in Usa", concludono gli esperti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata