Telecom, Vivendi: Ricevute offerte, oggi consiglio le valuterà

Milano, 28 ago. (LaPresse) - Vivendi, società francese attiva nel settore dei media e delle comunicazioni, in una nota, informa di aver ricevuto stamattina le due offerte per il 100% di gvt da parte di Telecom Italia e Telefonica. Il consiglio di sorveglianza del gruppo francese previsto per oggi valuterà le due offerte e deciderà conseguentemente se accettarne una, quella di Telefonica scade domani mentre quella di Telecom Italia il 20 settembre.

In una nota diffusa stamattina, all'indomani dei cda di Telecom Italia e Tim Participações, vengono resi noti i termini dell'offerta che sarà fatta al Gruppo Vivendi per una partnership globale che prevede la creazione di una nuova realtà leader nei settori Ict e Media & Entertainment mediante l'integrazione delle rispettive attività brasiliane e l'ingresso del gruppo francese nel capitale di Telecom Italia. L'offerta sarà valida fino al 20 settembre. "La proposta di aggregazione valorizza la società brasiliana Global Village Telecom (Gvt, controllata in via totalitaria da Vivendi) 21.020 milioni di reais, equivalenti a 7 miliardi di euro" spiega la nota.

L'operazione Ed è articolata in tre fasi inscindibili: l'iniziale acquisizione per cassa da parte di Tim di una partecipazione di minoranza in Gvt; la fusione per incorporazione di Gvt in Tim; l'ingresso di Vivendi nel capitale sociale di Telecom Italia tramite sottoscrizione di un aumento di capitale a essa riservato (come corrispettivo della sottoscrizione, Vivendi conferirebbe a Telecom Italia una quota della partecipazione detenuta in TIM a seguito dell'integrazione con GVT e cassa). "Ad esito di tali operazioni, ci si attende che Vivendi detenga il 15% del capitale di Tim post fusione (che sarà controllata da Telecom Italia con una quota del 60% circa) e il 20% circa del capitale ordinario di Telecom Italia", spiega la nota, diventandone il primo azionista singolo, calcolato su base fully diluted, assumendo cioè la conversione del prestito obbligazionario a conversione obbligatoria in azioni Telecom Italia, emesso da Telecom Italia Finance nel novembre 2013 e con scadenza novembre 2016, con applicazione del minimum conversion ratio e prezzo di sottoscrizione di 0,83 euro per azione).

L'offerta complessiva di Telecom risulta pertanto composta per il 24% circa di cassa e per il 76% circa di azioni, offrendo a Vivendi un importante potenziale upside di valore.

Non si sono fatte attendere le ripercussioni su Piazza Affari. Apertura in rialzo per Telecom Italia dopo la presentazione dell'offerta a Vivendi, il titolo infatti quota a 0,87 euro a +0,70%.

Apertura leggermente negativa invece per Vivendi, il gruppo francese cui oggi sono arrivate le offerte di Telecom Italia e Telefonica per un'integrazione in Brasile ed Europa.

A Parigi il titolo quota a 20,18 euro a -0,05%.

L'offerta di Telefonica prevede anche il conferimento del 12% del capitale di Telefonica Brasil a Vivendi. Telefonica mira ad un'integrazione tra la sua Vivo, primo operatore brasiliano e Gvt.

Il gruppo spagnolo ha annunciato che la sua offerta scadrà domani.

L'operazione si finanzierà con un aumento di capitale della società spagnola.

Apre in rialzo Telefonica a Madrid, quotando a 12,19 euro a +0,45% dopo l'offerta a Vivendi per Gvt che comprende la cessione dell'8,3% detenuto in Telecom Italia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata