Telecom, Patuano: Previste 4mila assunzioni, focus giovani 20-30 anni

Roma, 27 feb. (LaPresse) - "Con il nuovo piano industriale, torneremo ad assumere dopo sette anni. Abbiamo, infatti, la necessità di rafforzare l'organico introducendo in azienda nuove professionalità con giovani tecnici e laureati tra i 20 e i 30 anni". Lo ha detto l'amministratore delegato di Telecom, Marco Patuano, incontrando le organizzazioni sindacali per illustrare il nuovo piano strategico 2015-2017. "Assumeremo fino a 4.000 persone nell'arco di 3-4 anni utilizzando i nuovi strumenti normativi che il governo sta mettendo a punto", ha sottolineato l'amministratore delegato facendo riferimento al Jobs act. Patuano ha inoltre ribadito ai sindacati che "il nuovo piano industriale prevede circa 10 miliardi di euro di investimenti in Italia nei prossimi tre anni, con oltre 1 miliardo in più rispetto al piano precedente". Di questi investimenti, 5 miliardi sono dedicati esclusivamente alla componente innovativa (NGN, LTE, Cloud Computing, Data Center, Sparkle e Trasformazione). uasi 3 miliardi di euro, 1,1 miliardi in più rispetto al piano triennale precedente, saranno destinati da Telecom sclusivamente allo sviluppo della fibra ottica, con circa 500 milioni di euro dedicati alla tecnologia FttH (Fiber to the Home) con la quale cableremo 40 città a fine periodo.

SINDACATI: PIANO È PUNTO DI SVOLTA. Il piano d'impresa 2015-2017 di Telecom Italia rappresenta "un innegabile punto di svolta nella strategia aziendale" dopo "decenni di stagnazione durante i quali si è, essenzialmente, gestito il quotidiano, finendo però per perdere quote importanti di mercato e, soprattutto, di leadership nell'innovazione", affermano in una nota segreterie nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil dopo aver incontrato l'a.d. Telecom, Marco Patuano. "Se attuato - proseguono - il piano può davvero rimettere l'azienda al centro del processo di innovazione del Paese".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata