Telecom, nel 2015 il rilancio di Olivetti come polo per le start up

Napoli, 3 ott. (LaPresse) - "Ce l'ha nel suo dna. La Olivetti è stata un polo d'attrazione dell'innovazione. E questo deve tornare a essere". L'ad di Telecom Italia, Marco Patuano, ha deciso di puntare su questa azienda e di rilanciarla insieme con il suo brand. Una sfida, insomma, iniziata con la fusione fra Olivetti e Telecom Italia Digital Solution, già stata decisa dal Cda di Telecom. "Nel primo semestre 2015 dovrà essere tutto pronto" spiega Patuano a 'il Sole 24 Ore' a proposito della new way per l'azienda presieduta da Simone Battiferri, con Cinzia Sternini in qualità di ad e che oggi realizza 260 milioni di euro di fatturato, con una quota export del 42% e con all'attivo 630 dipendenti. Il piano di rilancio di Olivetti targato Telecom Italia passa così da uno spostamento di focus dell'attività. Sempre di più l'azienda di Ivrea punterà su piattaforme e soluzioni digitali. "La Olivetti - spiega Patuano - potrà diventare un importante hub per una crescita inorganica proprio nel business delle soluzioni". Il che vuol dire che Olivetti rappresenterà anche il soggetto della galassia Telecom deputato a "partecipare all'interno di start up o a fare acquisizioni di società italiane di piccole dimensioni attive nel campo delle soluzioni e dell'innovazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata