Telecom, assemblea il 16/4, cda suggerisce un presidente indipendente

Milano, 27 feb. (LaPresse) - Il cda di Telecom Italia ha approvato "all'unanimità" di proporre all'assemblea dei soci, convocata per il 16 aprile, tra l'altro, "la riduzione a 11 o 13 membri della composizione del prossimo cda", garantendo "l'indipendenza sostanziale del nuovo cda rispetto sia al management sia all'azionista di riferimento". Lo si legge in una nota. Inoltre, a livello di governance, l'attuale board suggerisce che "la scelta del Presidente avvenga fra i consiglieri in possesso dei requisiti di indipendenza, affinché rappresenti una figura di garanzia per tutti gli azionisti". In particolare, scrivono i consiglieri di Telecom, "si raccomanda quindi di assicurare la presenza di una chiara maggioranza all'interno di ciascuna lista di candidati che si qualifichino come indipendenti in base ai criteri del Codice di autodisciplina di Borsa Italiana". Lasciando il board, il consigliere di Telecom, Tarak Ben Ammar, aveva detto nel pomeriggio che "abbiamo ascoltato il mercato, le nostre sono raccomandazioni e non decisioni fatte con arroganza, perché forse nessuno di noi siederà nel prossimo cda".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata