Telecom, 750 milioni di investimento per banda ultralarga al Centro-Sud

Roma, 6 ago. (LaPresse) - Un investimento pubblico-privato di oltre 750 milioni di euro "per dare un forte impulso al processo di digitalizzazione del Paese partendo dal Centro-Sud". Lo annuncia in una nota Telecom Italia, che si è aggiudicata tutti i 7 bandi di gara, indetti dal Ministero per lo Sviluppo economico attraverso Infratel Italia, per la banda ultralarga in Molise, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. L'iniziativa consentirà di rendere disponibile la fibra ottica e i servizi di Tim a circa 10 milioni di abitanti in oltre 760 comuni italiani, attraverso la connessione di circa 24.000 armadi stradali.

I bandi riguardano progetti per la realizzazione di infrastrutture di rete che beneficiano, in particolare, di un finanziamento pubblico di circa 358 milioni di euro per la componente passiva (scavi e fibra spenta). A questi fondi si aggiungono ulteriori 394 milioni a carico di Telecom, di cui 179 per la componente passiva e 215 per l'elettronica necessaria ad erogare il servizio a banda ultralarga con velocità da 30 fino a 100 Mbit/s. Verranno inoltre realizzate connessioni a 100 Mbit/s per circa 5.200 sedi della pubblica amministrazione, tra cui oltre 400 ospedali e strutture sanitarie e quasi 2.000 istituti scolastici. "Il Sud, grazie a questo intervento, sarà allineato alle aree europee più sviluppate in termini di penetrazione della banda ultralarga", sottolinea Telecom.

"Siamo i primi e gli unici a investire al Centro-Sud e a impegnarci seriamente per colmare il divario digitale del nostro Paese - dichiara Marco Patuano, amministratore delegato di Telecom Italia - questo grazie anche a un lungimirante approccio del governo e delle amministrazioni locali che hanno saputo cogliere le opportunità che una partnership pubblico-privato può offrire". "È un modello di collaborazione - prosegue Patuano - che si è dimostrato non solo funzionante, ma che può essere replicato in altre zone del Paese per raggiungere gli obiettivi dell'Agenda Digitale Europea". "In pochi mesi metteremo a disposizione delle famiglie, delle realtà imprenditoriali e della pubblica amministrazione le più moderne infrastrutture a banda ultralarga, con l'obiettivo di sostenere lo sviluppo di tutto il territorio", conclude l'amministratore delegato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata