Tecnoinvestimenti: utile netto +123% in 2015, ricavi 126 milioni
"I risultati 2015 presentano una crescita importante" ha commentato il presidente Enrico Salza

 L'utile netto consolidato di Tecnoinvestimenti nel 2015 è stato pari a 11 milioni di euro, in crescita del 123% rispetto ai 4,9 milioni di euro del 2014. I ricavi consolidati ammontano invece a 126,4 milioni di euro, cifra che segna un +65% sull'anno precedente. Lo si legge in una nota diffusa dopo l'approvazione da parte del cda della società del progetto di bilancio consolidato e del progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2015. L'Ebitda consolidato, prosegue il comunicato è stato di 25,4 milioni di euro, con un +130% rispetto agli 11 milioni di euro nel 2014, mentre l'indebitamento finanziario netto è sceso a 46,9 milioni, in calo sia rispetto rispetto ai 52,4 milioni di euro dell'esercizio 2014 e ai 57,3 milioni di euro al 30 giugno 2015.

 

"I risultati 2015 presentano una crescita importante sia per linee interne che esterne e confermano le scelte strategiche del gruppo, che si rafforza nel suo ruolo di riferimento per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale italiano. Tecnoinvestimenti è infatti specializzata nell'offrire servizi innovativi e completi in settori come la digitalizzazione e la gestione delle informazioni per il business, fondamentali per il sistema economico di un Paese moderno", il commento del presidente Enrico Salza.

Mentre l'a.d. Pier Andrea Chevallard ha dichiarato: "L'anno concluso si è caratterizzato per alcuni importanti passi avanti che hanno permesso al gruppo di consolidarsi come partner affidabile a supporto dello sviluppo strutturale delle pmi italiane. Nel 2015, particolarmente incisiva nel digital trust è stata l'entrata in vigore dell'obbligo di fatturazione elettronica verso tutte le pubbliche amministrazioni. La crescente sensibilità delle imprese a un quadro informativo completo e alla gestione del rischio di credito ha inoltre rappresentato un contesto a noi particolarmente favorevole nell'ambito del settore credit information & management".
 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata