Standard&Poor's taglia rating di 24 banche italiane

Milano, 18 ott. (LaPresse) - Standard & Poor's ha tagliato il rating di 24 banche e istituzioni finanziarie italiane per il deterioramento del contesto operativo, il rallentamento della crescita economica e per la crisi del debito sovrano dell'eurozona. È quanto si legge in una nota dell'agenzia. Tra gli istituti di credito declassati ci sono Banca Montepaschi, Ubi Banca e Banco Popolare, mentre sono stati confermati i giudizi su altri 19 istituti di credito tra cui Intesa Sanpaolo e Unicredit.

L'agenzia ha tagliato il rating di Banca Mps (da 'A-' a 'BBB+', outlook stabile), Banco Popolare (da 'A-' a 'BBB', stabile), Ubi Banca (da 'A' ad 'A-', stabile), Banca Popolare di Milano (da 'A-' a 'BBB+', negativo), Banca Carige (da 'A-' a 'BBB+', negativo). Confermati i rating di Intesa Sanpaolo e Unicredit ('A', outlook negativo), Mediobanca ('A', negativo) e Bnl ('A+', negativo). Standard & Poor's ha rivisto inoltre la sua valutazione sul settore bancario italiano dal gruppo 2 al gruppo 3, su una scala da 1 a 10 in cui 1 è il livello più alto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata