Squinzi: Tornare a crescere è possibile, non si ceda a negatività

Bologna, 22 ott. (LaPresse) - "Tornare a crescere è possibile, perché sempre nuove opportunità si aprono per il sistema industriale, se si ha la volontà di non cedere alla negatività dei momenti che viviamo". E' uno dei passaggi del discorso di Giorgio Squinzi all'inaugurazione del Saie di Bologna. Un'edizione importante, quella che si è aperta oggi, perché il salone internazionale dell'edilizia di Bologna spegne quest'anno 50 candeline. E Squinzi ha celebrato a dovere l'evento, ricordando come per lui "il Saie rappresenta una intera fase della vita, è straordinario più di ogni altra fiera". Il presidente di Confindustria ha auspicato che la crescita si cali "in un ambiente produttivo e in un sistema paese moderno, innovativo e capace di cogliere tutte le potenzialità. La crisi è stata, ed è ancora, durissima e la nostra economia, purtroppo, fatica a risollevarsi. Ma noi abbiamo tutte le potenzialità per ripartire e inserirci in questi nuovi driver, così come sta avvenendo nei paesi europei nostri concorrenti". All'inaugurazione anche il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti: "Oggi bisogna ripensare al modo in cui l'edilizia può contribuire allo sviluppo del Paese - ha detto - E' un momento difficilissimo, ne abbiamo la consapevolezza. E' indispensabile che riparta l'edilizia per far ripartire l'economia. E nel settore ambiente c'è una grande opportunità". Il presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli parte proprio da questa rinascita: "Siamo orgogliosi che avvenga qui a Bologna, in una città che ha guardato sempre a questo tema".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata