Squinzi: Mie parole riportate fuori contesto

Lucca, 9 lug. (LaPresse) - "Abbiamo apprezzato il decreto per lo sviluppo anche se c'è qualche mancanza, per esempio sulla ricerca. Abbiamo apprezzato la riforma delle pensioni. Non abbiamo apprezzato fino in fondo la riforma sul mercato del lavoro". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, a margine dell'assemblea di Assindustria a Lucca. Ma "siamo qui - ha sottolineato - per collaborare col governo".

Squinzi è poi tornato sulle polemiche relative alle sue parole di ieri: "Onestamente - ha detto - non me le aspettavo soprattutto perché sono polemiche basate su frasi decontestualizzate dal discorso generale, il cui senso era diverso. Mi spiace perché, se parliamo di spending review, siamo stati i primi a sostenere la necessità di farla, anche perché va nella direzione giusta e ho detto anche l'altro giorno che si trattava del primo passo in una direzione giusta". Intervenendo di fronte alla platea di imprenditori, Squinzi ha sottolineato che nei primi tre mesi dell'anno le richieste di mutui immobiliari sono crollate del 47%. "Assistiamo - ha aggiunto - nell'edilizia a un calo del 25% che, se andiamo avanti così, a fine anno porterà alla chiusura di un numero inimmaginabile di imprese".

Dopodiché, venendo alle decisioni europee, ha detto che "120 miliardi è una cifra di dimensioni modeste rispetto alla speculazione finanziaria internazionale". E in ogni caso, ha sottolineato, concentrarsi sui dettagli finanziari invece di andare rapidamente verso una forte unione politica europea significa "somministrare una aspirina a un malato di tumore". "Il mio sogno - ha spiegato - sarebbe quello di andare con decisione verso gli Stati Uniti d'Europa". "Non dobbiamo - ha aggiunto - avere paura di condividere una politica economica, di bilancio e fiscale". Occorre "procedere verso una federalizzazione del debito" in Europa e "la Bce deve veramente avere il ruolo e i poteri di vera banca centrale". In questo contesto, ha spiegato, "gli eurobond possono essere il volano per la crescita".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata