Squinzi: Italia in deflazione, tetto deficit al 3% congela crescita

Milano, 6 nov. (LaPresse/Finanza.com) - L'Italia è in deflazione e il tetto al 3% del deficit/Pil congela le possibilità di crescita. Così Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, nel corso di una conferenza stampa a Bruxelles. "Il fatto che l'inflazione diminuisca, nonostante ci sia stato un aumento dell'Iva, significa che siamo in una situazione di vera e propria deflazione. E questo è preoccupante", ha detto Squinzi. Il numero uno di Confindustria ha poi spiegato che il rispetto del tetto del 3% del rapporto deficit/Pil "è molto impegnativo per il nostro Paese perché congela le possibilità di fare investimenti sulla crescita". Inoltre per Squinzi le previsioni fornite ieri dalla Commissione europea potrebbero anche peggiorare "se non si creano le condizioni per la crescita". Bruxelles ha stimato una contrazione del Pil italiano dell'1,8% per quest'anno "ma credo che ci possa essere una revisione di un ulteriore ribasso se non torniamo sulla via della crescita", ha sottolineato Squinzi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata