Spending review, aumento Iva nel 2013

Roma, 5 lug. (LaPresse) - Il decreto legge sulla spending review, all'esame del Consiglio dei ministri, approderà alla Camera il 31 luglio. Dal testo del provvedimento, secondo quanto si legge nella bozza, restano esclusi il ridimensionamento delle province e il blocco delle tariffe. Emergono invece un taglio di 200 milioni di euro all'università, la chiusura degli ospedali sotto i 120 posti e un incremento del budget della Difesa da un miliardo di euro. Nella bozza c'è poi la salvaguardia di altri 55mila lavoratori esodati, oltre ai 65mila già previsti nel decreto ministeriale. Ecco i punti del documento:

SCUOLA e UNIVERSITA'

- Il fondo per il finanziamento ordinario delle università statali sarà ridotto di 200 milioni di euro dal 2013. Per le università non statali "è autorizzata la spesa di 10 milioni di euro per l'anno 2013".

- I docenti permanentemente inidonei all'insegnamento per ragioni di salute saranno trasformati in assistenti tecnici oppure assumere ruoli del personale amministrativo o ausiliario. Nel testo della bozza all'esame dell'esecutivo si legge che "il personale docente dichiarato dalla commissione medica ospedaliera permanentemente inidoneo alla propria funzione per motivi di salute, ma idoneo ad altri compiti" transita "transita nei ruoli del personale amministrativo, tecnico e ausiliario con la qualifica di assistente amministrativo o tecnico".

DIFESA

La bozza prevede un incremento di un miliardo di euro per la proroga nel 2013 delle missioni internazionali di pace: "Ai fini della proroga della partecipazione italiana a missioni internazionali - si legge nel testo - la dotazione del fondo di cui all'articolo 1, comma 1240, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, è incrementata di 1.000 milioni di euro per l'anno 2013".

SANITA'

- Chiusura entro il 31 ottobre 2012 dei presidi ospedalieri con meno di 120 posti letto. Saranno le Regioni a farsi carico del provvedimento.

- Limata la spesa sanitaria per i contratti già sottoscritti con i privati. E', infatti, prevista una riduzione dell'1% per il 2012 e del 2% dal 2013 di tutti gli importi e i correlati volumi di prestazioni degli accordi e dei contratti sottoscritti con gli erogatori privati accreditati.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

- Taglio degli uffici dirigenziali di almeno il 20% e del personale non dirigenziale del 10%.

- Limite dal primo ottobre 2012 del valore dei buoni pasto dei dipendenti pubblici scende a 7 euro, compresi quelli dei dirigenti.

- Valutazione delle performance dei dipendenti pubblici.

- I concorsi per i dirigenti di prima fascia sono sospesi fino al 31 dicembre 2015.

IVA

Slitta al primo luglio 2013 l'incremento dell'Iva di due punti percentuali.

ENTI LOCALI

- La bozza prevede limiti al personale degli enti locali entro la fine del 2012. I parametri di virtuosità per la determinazione delle dotazioni organiche degli enti locali in rapporto alla popolazione residente sono stabiliti d'intesa con la conferenza Stato-città e autonomie locali.

- Gli enti locali avranno un limite oltre il quale non potranno più indebitarsi. Possono assumere nuovi mutui e accedere ad altre forme di finanziamento reperibili sul mercato, qualora sia rispettato il limite nell'anno di assunzione del nuovo indebitamento.

- Per le regioni impegnate nei piani di rientro e non commissariate, il nuovo decreto sulla spending review disciplina il proseguimento del piano stesso, qualora alla fine del piano non siano stati raggiunti i risultati strutturali in esso previsti.

LAVORO

Salvaguardia per altri 55mila lavoratori esodati, oltre ai 65mila già previsti nel decreto ministeriale. "Il ministro dell'Economia - si legge nel testo - ha determinato in sessantacinquemila il numero dei soggetti interessati dalla concessione del beneficio" di accesso alla pensione con le regole antecedenti alla riforma Fornero. Un beneficio che si applicherà "nel limite di ulteriori 55.000 soggetti, ancorché maturino i requisiti per l'accesso al pensionamento successivamente al 31 dicembre 2011".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata