Spagna, Zapatero ripristina patrimoniale. Opposizione: inefficace

Madrid (Spagna), 16 set. (LaPresse/AP) - Il Governo socialista spagnolo guidato da José Luis Rodríguez Zapatero ha votato per reintrodurre la patrimoniale, abolita soltanto tre anni fa. La misura, che riguarderà circa 160mila contribuenti, sarà applicata ai patrimoni oltre i 700mila euro e sarà valida soltanto per il 2011 e il 2012. I partiti d'opposizione hanno criticato la proposta, dicendo che si tratta di un tentativo inefficace per tranquillizzare l'elettorato di sinistra, contrario alle misure di austerità. L'imposta sarà discussa al Parlamento la settimana prossima.

"Ci sono milioni di spagnoli che sarebbero felici di dover pagare questa imposta - ha detto il portavoce del governo, José Blanco - è un momento decisivo per molti spagnoli. Tante persone sono in cerca di lavoro e tante famiglie sono in difficoltà". Secondo il Governo, il provvedimento garantirebbe allo Stato un'entrata di circa 1,1 miliardi di euro all'anno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata