Spagna, dopo incontro Rajoy-Van Rompuy resta incertezza su nuovi aiuti

Madrid (Spagna), 28 ago. (LaPresse) - Rimane l'incertezza su un nuovo piano di aiuti per la Spagna dopo il prestito fino a 100 miliardi di euro deciso dall'eurozona per le banche. Come riferisce il sito di 'El Pais', al termine dell'incontro tra il presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy, e il primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, quest'ultimo ha smentito che ci sia una trattativa in corso per un intervento. Rajoy ha detto semplicemente che "farà tutto ciò che è nell'interesse degli spagnoli". Il premier ha aggiunto che "la Spagna continuerà a portare avanti le riforme necessarie per uscire dalla crisi". Secondo Rajoy c'è bisogno di "una maggiore integrazione economica e la realizzazione di un'unione finanziaria" e ha sottolineato che il problema per alcuni Paesi è che "si finanziano a un prezzo che non ha nulla a che vedere con i fondamentali dell'economia".

"Ogni Paese deve decidere le modalità per raggiungere i propri obiettivi e il governo di Madrid ha attuato delle misure di grande rilevanza", ha detto il presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy. Il leader Ue ha parlato di "impegni coraggiosi" assunti dalla Spagna e di un "riconoscimento dei partner europei", ma ha aggiunto che "è necessario attuare pienamente le riforme". Sulle difficoltà delle autonomie regionali spagnole Van Rompuy ha dichiarato che alle autorità Ue interessano gli obiettivi economici e fiscali "del Paese nel suo complesso".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata