Sondaggio Morningstar: dopo rally estivo gestori cauti nell'aumentare esposizione alle Borse
(Finanza.com) Dopo il rally estivo, gli investitori mostrano un certo scetticismo di fronte alla situazione economica e alle attese sugli utili. Secondo l'ultimo sondaggio mensile di Morningstar, condotto tra l'1 e l'8 ottobre, tra le principali case di investimento che operano in Italia, le politiche monetarie decise dalle Fed e dalla Bce hanno fatto tornare l'appetito per il rischio agli investitori. Ma i mercati azionari potrebbero non beneficiarne perché, dopo la corsa estiva, i gestori sono cauti nell'aumentare l'esposizione alle Borse. I listini europei rimangono volatili. Se da una parte i gestori interpellati da Morningstar riconoscono la bontà delle decisioni prese dalla Bce, dall'altra chiedono ai governi di fare la loro parte. In particolare, gli occhi sono puntati su una possibile richiesta di aiuti da parte della Spagna e sulla Grecia. In tale contesto aumentano i pessimisti, che passano dal 5,9 al 9,4%. I money manager prendono le distanze da Wall Street in scia alle incertezze legate al voto di novembre, al cosiddetto fiscal cliff e al quadro macro, che rimane contrastante. Gli Stati Uniti, inoltre, sono entrati nella stagione delle trimestrali e per alcuni le attese sono troppo ottimistiche. Per questa ragione, circa il 43% degli intervistati prevede un'oscillazione degli indici attorno agli attuali livelli (erano il 53% a settembre). Un altro 38% si attende un rialzo, guidato dal proseguimento della politica monetaria espansiva da parte della Fed.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata