Sevel, Fim Cisl: Partecipazione sotto 3% a sciopero straordinari Fiom

Milano, 10 gen. (LaPresse) - Nemmeno il 3% di partecipazione all'inspiegabile chiamata Fiom allo sciopero dello straordinario. Nello stabilimento di Sevel, in Val Di Sangro, dove si produce il Ducato, spiega in una nota il segretario nazionale Fim Cisl, Ferdinando Uliano, "stiamo assistendo ad una forte richiesta del mercato e l'incremento della produzione a livelli mai raggiunti, con effetti positivi anche sull'indotto. Come Fim-Cisl riteniamo che questi sono i risultati ottenuti grazie al grande contributo e responsabilità dei lavoratori, agli accordi sindacali contestati da Fiom, che noi abbiamo fatto e che hanno poi portato Fca a fare l'investimento di 800 milioni negli ultimi mesi".

Difendere l'occupazione, fare investimenti importanti e assicurarne l'adeguata risposta produttiva sono le garanzie necessarie per dare prospettive e futuro ai lavoratori e alle loro famiglie, secondo Uliano. "Queste sono anche considerazioni che ci hanno portato a rivendicare nel contratto con il gruppo FCA una risposta economica adeguata per gli stabilimenti e anche per i lavoratori Sevel conclude Uliano - nell'incontro di novembre nel Comitato Aziendale Europeo di FCA abbiamo ricevuto per Sevel conferme di ulteriori investimenti e assicurazioni fino al 2027, ora ci aspettiamo risposte occupazionali e salariali per questo stabilimento che Sergio Marchionne non può disattendere, a partire dal confronto del rinnovo contrattuale in corso".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata