Schwartz (Reuters): Felici della partnership con LaPresse

Milano, 25 set. (LaPresse) - "Siamo molto fieri felici di poter fornire una informazione completa ai nostri lettori in questo mercato grazie alla partnership con LaPresse" che durerà per i prossimi tre anni. Lo ha annunciato Steven Schwartz, global managing director di Reuters News Agency nel corso della presentazione della nuova alleanza di LaPresse con Reuters, Xinhua, Efe e Pa.

"Abbiamo stretto questa alleanza con LaPresse, della quale sono molto contento, perché ritenevamo che per il mercato e per i nostri clienti fosse importante avere una soluzione più completa possibile - ha spiegato - che comprendesse una copertura mondiale". Per questo, ha proseguito, "abbiamo permesso a LaPresse da gennaio di prendere il 15% del nostro flusso e tradurlo in italiano, oltre a distribuire 550 foto con didascalie al giorno e 25 video storie al giorno".

"Per raggiungere questo accordo abbiamo lavorato duramente e per questo ringrazio tutti i miei colleghi - ha aggiunto Schwartz -. Siamo una delle più più grandi agenzia multimediale al mondo, operiamo in oltre 200 sedi in tutto il mondo, abbiamo 2600 giornalisti, trai quali 600 fotogiornalisti e più di 300 videogiornalisti. Scriviamo oltre 2 milioni di notizie ogni anno, pubblichiamo 54mila foto e quasi 100mila di notizie video ogni anno. Nel solo 2014 abbiamo ricevuto oltre 100 premi giornalistici in tutto il mondo. Potete immaginare quanto sia fiero di essere parte di una così importante organizzazione giornalistica".

"Operiamo in un mondo complesso e in continuo cambiamento e siamo in grado di coprire gli eventi in tempo reale ovunque nel mondo - ha aggiunto -. Noi crediamo fortemente che un giornalismo più forte aiuti la società ad essere più libera". "Il nostro obiettivo - ha spiegato Schwartz, rivolgendosi a LaPresse - è aiutare i vostri clienti è avere sempre più informazioni che contano per la loro vita e per il loro lavoro. Noi lavoriamo per 7 giorni su 7 e 365 giorni all'anno e copriamo tutti i settori, dalla cronaca, allo sport all'economia. Noi siamo guidati dal principio della trasparenza che ci impone di scrivere le notizie con la maggiore obiettività possibile e facciamo il nostro lavoro nella maniera più accurata possibile". "Uno dei temi che abbiamo affrontato - ha concluso - è quanto sia innovativa la Reuters oggi. L'innovazione é nella nostra storia, ancorata nelle nostre radici e nella nostra cultura: già 160 anni fa eravamo innovativi quando Julius Reuters ha lanciato dei piccioni da Bruxelles verso la Germania".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata