Scandalo Volkswagen, studio torinese presenta le prime denunce per truffa

Torino, 26 ott. (LaPresse) - Come già accaduto in Francia nei giorni scorsi, anche in Italia sono state presentate le prime denunce contro il gruppo Volkswagen. A despoitarle "per il delitto di truffa ai danni degli acquirenti di vetture delle Case coinvolte nello scandalo" è stato lo studio dell'avvocato torinese Giorgio Faccio, che ha presentato le querele presso le procure di Torino, Lamezia Terme, Cuneo e Milano. "La gestione a livello nazionale dell'iniziatva - spiegano dallo studio Faccio Polleri - è resa possibile dalla partecipazione del network internazionale di Avvocati Eurojuris che oltre a dare un supporto logistico su tutto il territorio nazionale, consente di immaginare che presto possano essere seguiti anche cittadini di altri Paesi e che l'azione possa così assumere un carattere di internazionalità".

L'obiettivo, si legge sul sito dello studio, è quello "di porsi al fianco, non solo del consumatore, sempre meritevole di attenzione e tutela, ma anche e soprattutto delle aziende che, tenendo una condotta eticamente corretta hanno subito un danno considerevole dal modo di agire del gruppo Volkswagen".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata