Scandalo Ubs, si dimette l'ad Gruebel

Ginevra (Svizzera), 24 set. (LaPresse/AP) - L'amministratore delegato della banca svizzera Ubs, Oswald Gruebel, si è dimesso a causa della perdita da 2,3 miliardi di dollari causata dalla truffa commessa dal trader Kweku Adoboli. Lo ha fatto sapere la stessa banca, spiegando che Gruebel sarà sostituito ad interim dal capo delle operazioni europee, Sergio Ermotti. Il presidente di Ubs, Kaspar Villiger, ha dichiarato che Gruebel ha ritenuto suo dovere assumersi la responsabilità per la perdita causata dalle operazioni non autorizzate. "Questo testimonia i suoi inflessibili principi e la sua integrità", si legge nella nota di Villiger. "Si è dimesso - continua - dopo aver contribuito a rendere Ubs una delle banche più capitalizzate del mondo". Si legge inoltre che il board, riunitosi questa settimana a Singapore, cercherà di mettere in atto misure per prevenire che fatti simili accadano nuovamente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata