Saipem, utile adjusted +12,2% a 663 mln nei primi 9 mesi 2011

Milano, 26 ott. (LaPresse) - L'utile netto adjusted di Saipem nei primi nove mesi del 2011 raggiunge i 663 milioni di euro, in crescita del 12,2% rispetto al corrispondente periodo dell'esercizio precedente, con un profitto nel terzo trimestre a 225 milioni di euro, a sua volta in crescita del 6,6% periodo luglio-settembre del 2010. Lo comunica la controllata di Eni in una nota.

Secondo quanto riporta Saipem, le acquisizioni di nuovi ordini nei primi nove mesi del 2011 ammontano a 8.777 milioni di euro (9.623 milioni nello stesso periodo 2010) e il portafoglio ordini residuo al 30 settembre 2011 si attesta a 20.101 milioni di euro (20.490 milioni di euro al 30 giugno 2011). Gli investimenti tecnici effettuati dalla controllata del Cane a sei zampe, ancora nel corso dei tre trimestri 2011, ammontano a 818 milioni di euro (1.153 milioni di euro nel corrispondente periodo dell'esercizio precedente).

Saipem conferma inoltre la guidance per l'esercizio 2011. La controllata di Eni, sottolinea nella nota con i conti al terzo trimestre che "il buon andamento dei volumi e dei margini dei primi nove mesi e un consistente portafoglio ordini consentono di guardare con fiducia al raggiungimento dei target migliorativi per l'esercizio 2011 comunicati alla fine del primo trimestre". Si tratta, rispetto al 2010, di ricavi in aumento dell'8% circa, Ebitda in crescita del 12% circa e utile netto in rialzo dell'8% circa. Gli investimenti 2011, comprensivi degli esborsi per la nuova iniziativa in Brasile, sono stimati in 1,2 miliardi di euro circa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata