Saab chiede la bancarotta dopo mancato ingresso dei cinesi nell'azionariato
(Finanza.com) Saab, il marchio delle automobili svedesi, si è vista costretta a chiedere la bancarotta a causa del veto posto da General Motors - ex proprietaria e tuttora detentrice di azioni preferenziali - a che la casa scandinava possa farsi finanziare dalla cinese Zhejiang Youngman Lotus Group. General Motors ha infatti obbiettato che i propri azionisti sarebbero danneggiati dall'ingresso in Saab dei cinesi, a cui sarebbe stato proposto un accordo che trasferirebbe parte della proprietà intellettuale della stessa GM ai nuovi shareholder. Per questa ragione il produttore di auto nordeuropeo ha dovuto chiedere fallimento per la seconda volta. La prima richiesta, in settembre, era stata rigettata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata